Russamento e OSAS: approcci terapeutici

Review scientifica

Con il termine roncopatia si intende il quadro sintomatologico associato al russamento notturno, un disturbo della respirazione che si può riscontrare:
 
  • Come roncopatia semplice, dove il momento patogenetico è da individuarsi in una vibrazione delle strutture anatomiche del velo palatino (interessa circa il 60% della popolazione adulta con netta prevalenza del sesso maschile).
  • Come sindrome d’apnea notturna (OSAS: Obstructive Sleep Apnea Syndrome), con sonnolenza durante le ore diurne e risvegli durante il sonno, dove l’ostruzione e la vibrazione sono causate da un ostacolo a livello delle vie aeree superiori, nella maggior parte dei casi a livello del velo palatino e della lingua, ma anche a livello delle cavità nasali, del rinofaringe, orofaringe e ipofaringe.
     
Dati epidemiologici indicano una prevalenza dell’OSAS nell’adulto intorno al 4% negli uomini e al 2% nelle donne, in un range d’età compreso tra la V e la VII decade di vita. Oltre alle alterazioni morfologiche delle vie aeree superiori, sono concause il sovrappeso, l’assunzione serale di alcolici, nicotina, sedativi, e l’ipertrofia adenoidea nei bambini.
I sintomi sono disturbi del sonno con risvegli frequenti, affaticabilità diurna, cefalea, raucedine mattutina, fino ad arrivare all’ipossia cronica, con ripercussioni a livello dell’apparato cardiocircolatorio e cerebrale.
La diagnosi e il trattamento coinvolgono un pool di specialisti (otorinolaringoiatri, pneumologi, cardiologi e odontoiatri). Fondamentali sono la rinofibrolaringoscopia e la polisonnografia. Nel sospetto di sindrome delle apnee del sonno è utile sottoporre il paziente a un monitoraggio preliminare notturno della saturazione emoglobinica del sangue attraverso l’impiego dell’ossimetro, in grado di registrare gli eventuali episodi di desaturazione. In tal modo è possibile confermare o escludere la presenza di apnee che, in una seconda fase, saranno poi meglio tipizzate nella loro varietà centrale o ostruttiva attraverso una polisonnografia.

Il primo approccio terapeutico è la riduzione di peso corporeo, il divieto di assunzione di alcolici e sedativi e, in alcuni casi selezionati, la C-PAP, uno strumento dotato di maschera da indossare durante il sonno, che crea una pressione positiva nasale continua.
Nei casi in cui si ponga indicazione al trattamento chirurgico, esso differisce sia dal punto di vista tecnico che da quello dei risultati a seconda che si tratti di una roncopatia semplice oppure associata ad apnea notturna. Compito dell’otorinolaringoiatra è di individuare e trattare quella percentuale di pazienti guaribili chirurgicamente.
Molto spesso il paziente affetto da OSAS presenta un’ostruzione delle vie respiratorie superiori a più livelli, che gli causa una significativa riduzione o assenza del flusso aereo nasale durante il sonno, pertanto il trattamento chirurgico può interessare contemporaneamente il distretto nasale, orofaringeo e ipofaringeo.
Bisogna sottolineare:

 
  • La necessità di uno studio pre-operatorio sistematico del sonno, eseguito su tutte le persone con problemi di roncopatia associata alle disfunzioni caratteristiche della sindrome da apnea notturna, candidati a un trattamento chirurgico.
  • La necessità di un accurato studio morfologico che preceda ogni trattamento chirurgico della sindrome da apnea notturna.

L’approccio chirurgico al trattamento della roncopatia si fonda essenzialmente su tre principi: accorciare il velo palatino, ampliare l’orofaringe e mettere in tensione gli annessi muscolari e mucosi interessati.
La review della letteratura qui presentata, fornisce approfondimenti sull’identificazione dei punti di ostruzione, sugli approcci terapeutici, sulle procedure chirurgiche utilizzate e sulle possibilità di identificazione precoce dei pazienti affetti da OSAS.


Fonte: Arnold J, Sunilkumar M, Krishna V, Yoganand SP, Kumar MS, Shanmugapriyan D. Obstructive Sleep Apnea. J Pharm Bioallied Sci. 2017 Nov;9 (Suppl 1):S26-S28. Review. Free PMC Article. PMCID: PMC5731026 DOI: 10.4103/jpbs.JPBS_155_17